Codice del consumo: le novità del d.lgs. 130/2015

In data 03.09.2015 è entrato in vigore il Decreto Legislativo n. 130, in attuazione della direttiva 2013/11/UE sulla risoluzione alternativa delle controversie dei consumatori.

L'obbiettivo è di garantire ai consumatori la possibilità di risolvere volontariamente, anche in via telematica, le proprie controversie, nazionali e transfrontaliere, con professionisti residenti e stabiliti nell'UE, innanzi ad "organismi ADR-Alternative Dispute Resolution", iscritti in particolari elenchi istituiti presso le autorità competenti.

Il decreto modifica il decreto legislativo n. 206 del 2005, recante il Codice del consumo, dando gli opportuni chiarimenti, nel nuovo art. 141, circa le definizioni di consumatore, professionista, contratto di vendita, contratto di sevizi, controversia nazionale e controversia transfrontaliera, ed inserendo il Titolo II-bis- "Risoluzione extragiudiziale delle controversie".

L'organismo ADR, dunque, ha un compito preciso:

"propone una soluzione o riunisce le parti al fine di agevolare una soluzione amichevole".


Questi i punti più interessanti:

- L'art. 141-quater stabilisce che le procedure saranno gratuite o potranno prevedere dei costi minimi; le parti potranno non avvalersi dell'assistenza di un proprio legale.

- Il procedimento avrà durata massima di 90 giorni, decorrenti dalla data di ricevimento del fascicolo completo della domanda da parte dell’organismo ADR, salvo il caso di ipotesi particolarmente complesse in cui il termine viene prorogato di ulteriori 90 giorni.

- L'organismo ADR potrà, altresì, rifiutare determinati tipi di controversie: quelle, ad esempio, in cui il consumatore non ha cercato di risolvere la questione col professionista interessato, così come quelle presentate oltre un limite di tempo prestabilito o, ancora, quelle futili e temerarie, fornendo a tutte le parti le ragioni del rifiuto.

- Il consumatore non può, in nessun caso, essere privato del diritto di adire il giudice competente qualunque sia l'esito della procedura di composizione extragiudiziale.

 

» Il Decreto Legislativo n. 130/2015

» Il Codice del consumo

< Torna a Mediazione

Categoria principale: Servizi
on 05 Settembre 2015