Giudici di Pace, possibile nuovo sciopero

Dinanzi al silenzio del ministro Orlando in seguito allo sciopero dell'intera categoria dei Giudici di Pace, portato avanti dal 21 al 25 novembre scorsi, l’Unione Nazionale Giudici di Pace ha riavviato la procedura per la proclamazione di un nuovo sciopero entro dicembre. 

 

» Giudici di Pace in sciopero dal 21 al 25 novembre

Le associazioni di categoria lamentano il fatto che, nonostante lo sciopero di novembre abbia sospeso la trattazione di circa mezzo milione di processi, il ministro intenda comunque portare avanti l'iter del decreto legislativo che dovrà regolamentare il trattamento economico e previdenziale di tutte le componenti della magistratura ordinaria senza aver mai consultato le organizzazioni di categoria.


L'Unagipa ha così inviato una lettera di diffida al Ministro della Giustizia ed al presidente del Consiglio dei Ministri ad adempiere agli obblighi derivanti dalla decisione emessa dal Comitato Europeo dei Diritti Sociali del Consiglio d’Europa, riservandosi di pubblicare un modello di messa in mora personalizzato che ciascun giudice di pace potrà, con riferimento alla propria posizione personale, inviare al Governo.

Si legge nella nota: “Il Comitato europeo dei diritti sociali ci ha dato pienamente ragione, riconoscendo l’equiparazione dei giudici di pace ai magistrati professionali e imponendo al Governo italiano di assumere provvedimenti che riconoscano ai giudici di pace equipollenti diritti previdenziali ed assistenziali.

Abbiamo già messo in mora il Governo e, se entro 15 giorni non si atterrà alla decisione del Comitato europeo dei diritti sociali, avvieremo centinaia di azioni giudiziarie per il riconoscimento dei nostri sacrosanti ed inviolabili diritti””.

in News